Cloud, nel 2016 in Italia vale quasi 2 miliardi di euro

In Italia il comparto dei servizi legati al cloud computing è in continua espansione. Per il 2016, si stima un incremento del 18% per un valore di circa 1,77 miliardi di euro. A trainare questa crescita è il public cloud, stimato in crescita del 27% e proiettato verso la vetta dei 587 milioni di euro. Crescono anche gli investimenti dedicati alla Cloud Enabling Infrastructure, destinati ad aggiornare il patrimonio infrastrutturale e applicativo già esistente in azienda per l’adozione del cloud, che arriveranno a valere complessivamente 1,185 miliardi di euro.

 

Public cloud e settore manifatturiero protagonisti

I dati sono stati elaborati e diffusi dall’Osservatorio Cloud & ICT as a Service, giunto alla sesta edizione e promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano. Secondo l’analisi, il cloud appare in crescita inarrestabile fino a segnare un vero e proprio trend globale, nell’ambito del quale i dati italiani appaiono perfettamente in linea, in particolare per quanto concerne il public cloud, trainato dal settore manifatturiero (23% del mercato). Seguono il settore bancario (21%), telco e media (14%), servizi (10%) e, infine, il settore GDO e retail (9%).

 

Pmi e grandi imprese

Analizzando la spesa tra PMI e grandi imprese, sono queste ultime a giocare un ruolo da protagoniste negli investimenti che, per il 2016, si attestano poco al di sopra del 90%. Il tasso di crescita della spesa delle grandi imprese è previsto essere del 28%, mentre per le PMI è di poco sotto al 20%. Nella diffusione dei servizi public cloud gioca un ruolo fondamentale la dimensione dell’impresa: se poco più del 20% delle organizzazioni tra 10 e 49 addetti utilizza il cloud, la percentuale raggiunge quasi il 30% nelle organizzazioni tra 50 e 249 addetti.

 

L’opportunità del cloud per lo sviluppo imprenditoriale

Il cloud rappresenta un ambiente molto più sicuro dei data center aziendali, grazie allo sviluppo e all’evoluzione delle tecnologie. Le imprese che hanno puntato su questa possibilità, con l’obiettivo di coglierne tutte le potenzialità, hanno potuto concretamente verificare che per molte funzioni aziendali, dalle risorse umane al marketing, il cloud è una scelta vincente.

Banda ultralarga, Tim porta a Bari la connessione superveloce

Sempre più veloce. Potrebbe essere questo il claim del nuovo programma nazionale promosso da Tim sulla banda ultralarga fino a 1.000 Mega, che di recente è stata lanciata a Bari. La connessione superveloce, grazie alla nuova rete Ftth (Fiber To The Home), arriva anche in Puglia. Grazie a questa innovazione, i clienti Tim che hanno già attiva un’offerta fibra su questo tipo di infrastruttura, o coloro che sceglieranno di attivarla, potranno sperimentare senza costi aggiuntivi l’ultra-internet fino a 1.000 Megabit al secondo in download e 100 Megabit in upload. I collegamenti sono già disponibili in circa 7mila unità immobiliari di Bari, che diventeranno oltre 97.500 a completamento del piano, previsto per fine 2018. Si tratta della più alta velocità di connessione su un collegamento in fibra mai raggiunta in Italia a livello residenziale, che viene resa disponibile alla clientela Tim grazie ad una sperimentazione ‘live’ della durata di 6 mesi. Bari fa parte del piano nazionale di Tim per il cablaggio in tecnologia Ftth che prevede di raggiungere oltre 3,5 milioni di abitazioni entro il 2018.

Connessione super in tutta Italia

Il progetto ‘fibra 1.000 Mega’, che ha già toccato Perugia, Milano, Catania e Torino, punta a fornire alle principali città italiane le più avanzate soluzioni di rete per la banda ultralarga in grado di far accedere cittadini e imprese a servizi sempre più performanti, confermando così l’impegno di Tim per l’innovazione tecnologica. Chi aderirà all’iniziativa, riservata a 3.000 clienti, riceverà un modem di nuova generazione per consentire l’erogazione del servizio a 1.000 Mega. Tim, secondo quanto si legge in un comunicato ufficiale, “sta realizzando a Bari una rete a banda ultralarga ancora più performante di quella che già oggi è a disposizione di cittadini e imprese, confermando così il proprio impegno per dotare il capoluogo piemontese di una infrastruttura ultra-moderna e accelerare in questo modo i processi di digitalizzazzione della città”.

Servizi e opportunità per cittadini e imprese

Il nuovo programma di sviluppo della rete a banda ultralarga, grazie al quale la fibra raggiunge direttamente le abitazioni e gli uffici, fa seguito a quello già realizzato da Tim in tecnologia FTTCab e che già rende disponibili per i cittadini baresi collegamenti fino a 100 megabit per oltre 129mila unità immobiliari, pari al 93% della popolazione. Questo consentirà di offrire una ancora più elevata qualità nella fruizione di contenuti video in HD e 4K e una migliore esperienza di navigazione. Con la fibra è possibile accedere a contenuti video di particolare pregio anche 4K. La connessione ad alta velocità consente inoltre di fruire di contenuti multimediali contemporaneamente su smartphone, tablet e smart Tv. Le imprese possono inoltre accedere al mondo delle soluzioni professionali, sfruttandone al meglio le potenzialità grazie alla connessione in fibra ottica. Quest’ultima abilita anche applicazioni innovative come la telepresenza, la videosorveglianza, i servizi di cloud computing per le aziende e quelli per la realizzazione del modello di città intelligente per le amministrazioni locali, tra cui la sicurezza e il monitoraggio del territorio, l’info mobilità e le reti sensoriali per il telerilevamento ambientale.

Giffoni Dream Team, al via la selezione dei giovani talenti dell’innovazione digitale e culturale

Una nuova opportunità per i giovani talenti dell’innovazione digitale e culturale: partono le selezioni per entrare a far parte del Giffoni Dream Team, la comunità di giovani talenti promossa da Giffoni Innovation Hub, per intercettare e lanciare e sul mercato nuovi progetti di innovazione nell’industria creativa e culturale.

Gli obiettivi della call

I giovani selezionati saranno affiancati da un team di mentori di eccellenza ed esperti di innovazione digitale e nuovi media, che contribuiranno al consolidamento del progetto d’impresa attraverso una sessione intensiva di ricerca e sviluppo tra workshop e laboratori, nell’ambito della 46esima edizione del Giffoni Film Festival, in programma dal 15 al 24 luglio 2016 a Giffoni Valle Piana, in provincia di Salerno.  L’obiettivo di Giffoni Hub è quello di esplorare il potenziale di creatività e progettazione dei giovani per realizzare servizi e format inediti per il mondo dei bambini e dei teenager.

Chi può partecipare

La call è rivolta ai talenti di età compresa tra i 18 e i 26 anni. Possono partecipare alla selezione coloro che hanno completato percorsi di studi, esperienze formative o lavorative in una delle seguenti aree: Coding, development e web design; Marketing, content e SEO; Digital media, video e entertainment; Community building e management; Making e Design Thinking; Event, startup e cultural management; Trendwatching, data e sentiment analysis; Content, blogging e copywriting. È possibile inviare la propria candidatura all’indirizzo dreamteam@giffonihub.com allegando curriculum, biografia e portfolio con link dei progetti realizzati. Partner ufficiale del Dream Team è Optima Italia. Per maggiori informazioni: giffonihub.com.

Banda ultralarga, TIM lancia a Catania la connessione più veloce d’Italia

TIM accelera con la banda ultralarga fino a 1.000 Mega e lancia a Catania la connessione superveloce grazie alla nuova rete FTTH (Fiber To The Home). A partire dal primo giugno, infatti, i clienti TIM che hanno già attiva un’offerta fibra su questo tipo di infrastruttura, o coloro che sceglieranno di attivarla, potranno sperimentare senza costi aggiuntivi l’ultra-internet fino a 1.000 Megabit al secondo in download e 100 Megabit in upload. I collegamenti sono già disponibili in 7.500 unità immobiliari della città, che diventeranno circa 25mila entro il prossimo giugno e oltre 91mila a completamento del piano, previsto per fine 2018.

La più alta velocità di connessione in Italia

Si tratta – si legge in un comunicato dell’azienda – della più alta velocità di connessione su un collegamento in fibra mai raggiunta in Italia a livello residenziale, che viene resa disponibile alla clientela TIM grazie ad una sperimentazione “live” della durata di 6 mesi. Chi aderirà all’iniziativa, riservata a 3.000 clienti, riceverà un modem di nuova generazione per consentire l’erogazione del servizio 1.000 Mega. Il progetto “fibra 1.000 Mega”, che ha già toccato Perugia e Milano, ha l’obiettivo di mettere a disposizione delle principali città italiane le più avanzate soluzioni di rete per la banda ultralarga in grado di far accedere cittadini e imprese a servizi sempre più performanti, confermando così l’impegno di TIM per l’innovazione tecnologica. Catania fa parte del piano nazionale di TIM per il cablaggio in tecnologia FTTH che prevede di raggiungere oltre 3,5 milioni di abitazioni entro il 2018. L’iniziativa ha l’obiettivo realizzare una rete a banda ultralarga ancora più performante di quella che già oggi è a disposizione di cittadini e imprese, confermando così l’impegno di TIM per proiettare Catania nell’élite delle città italiane grazie a infrastrutture digitali ultra-moderne.

Per gli utenti video in 4K

Il nuovo programma di sviluppo della rete a banda ultralarga, grazie al quale la fibra raggiunge direttamente le abitazioni e gli uffici, fa seguito a quello già realizzato da TIM in tecnologia FTTCab e che già rende disponibili collegamenti fino a 100 megabit per oltre 117mila unità immobiliari, pari ad oltre il 93% della popolazione. Questo consentirà di offrire una ancora più elevata qualità nella fruizione di contenuti video in HD e 4K e una migliore esperienza di navigazione a beneficio di un crescente numero di cittadini. “Catania fa parte di un percorso di eccellenza che vede TIM protagonista su tutto il territorio nazionale con il progetto 1.000 Mega – ha dichiarato Roberto Opilio, Direttore Technology di TIM – Grazie alla rete FTTH che stiamo realizzando in città, oggi siamo in grado di far provare ai catanesi questa nuova tecnologia per mettere a disposizione dei cittadini e delle imprese un’inedita esperienza di navigazione-. Questo nuovo primato tecnologico di TIM è conseguenza dei forti investimenti dedicati alla banda ultralarga, pari a oltre 4,5 miliardi di euro nel triennio 2016-2018, e dimostra che il nostro impegno per dare impulso ai processi di digitalizzazione del Paese è concreto“. Con la fibra è possibile accedere a contenuti video di particolare pregio anche 4K. La connessione ad alta velocità consente inoltre di fruire di contenuti multimediali contemporaneamente su smartphone, tablet e smart TV.

Per le imprese un sistema integrato di servizi

Le imprese possono inoltre accedere al mondo delle soluzioni professionali, sfruttandone al meglio le potenzialità grazie alla connessione in fibra ottica. Quest’ultima abilita anche applicazioni innovative come la telepresenza, la videosorveglianza, i servizi di cloud computing per le aziende e quelli per la realizzazione del modello di città intelligente per le amministrazioni locali, tra cui la sicurezza e il monitoraggio del territorio, l’info mobilità e le reti sensoriali per il telerilevamento ambientale. Con la realizzazione di infrastrutture ultrabroadband sempre più evolute, TIM conferma il suo impegno nell’innovazione sul territorio e nella diffusione dei servizi digitali, contribuendo in questo modo alla crescita sostenibile dell’economia locale e al miglioramento della qualità della vita dei cittadini