Mercato Digitale in Italia: Rapporto Assinform 2017

Quali sono le previsioni per il mercato digitale in Italia nel 2017? Una risposta proviene dal Rapporto Assinform del 2017. La previsione per quest’anno si attesta sul +2,3%.

Il processo di digitalizzazione prosegue con importanti progressi, considerato il contesto di crisi e incertezza che caratterizza l’economia degli ultimi anni.

Il giro d’affari per il 2016 è comunque di oltre 66 milioni di euro e in tutti i casi l’Italia si dimostra sempre più orientata a maggiori investimenti nel campo dell’innovazione digitale.

La competitività impone questa direzione per sopravvivere alla crisi e posizionarsi sul mercato con un livello tecnologico adeguato alla crescita. Si tratta di ammodernare i processi produttivi e adattarli alle esigenze dell’industria 4.0.

Se analizziamo nel dettaglio i dati della crescita nel Rapporto Assinform 2017, rileviamo che alcune tecnologie crescono più di altre e sono quelle che costituiscono l’avanguardia digitale degli ultimi anni.

Il Cloud cresce del 23%, l’Internet of things aumenta del 14,3% mentre il Business per dispositivi mobili si attesta a un più 13,1%. Tutti i servizi legati alla sicurezza crescono dell’11,1%.

A margine di questi dati possiamo aggiungere che la crescita e l’investimento in innovazione tecnologica digitale sono certamente fattori essenziali per le imprese di tutti i settori, anche se ciò risulta più rilevante per le startup, che per vocazione mettono al centro dei loro processi produttivi proprio le tecnologie ICT.

L’investimento nell’innovazione dei processi aziendali va quindi valutato settore per settore e azienda per azienda. Le innovazioni tecnologiche restano tuttavia un orizzonte di centrale importanza per le aziende che non vogliono essere tagliate fuori da trasformazioni tecnologiche, che investono le imprese di tutte le dimensioni e di tutti i settori.

SEMATEC è un’azienda di Servizi di Consulenza & Ingegneria in materia di Telecomunicazioni e ICT. Siamo specializzati nella commercializzazione, progettazione, installazione e messa in esercizio di soluzioni tecnologiche IT ad alto valore, che puntano a innovare i processi aziendali. Per saperne di più contattaci al +39 0823 469379 o scrivi a info@sematec.it

Campania, via al progetto Java per i nuovi talenti dell’IT

La Regione Campania, con delibera di giunta 465 ha approvato il progetto “Java Campania – Innovazione e formazione digitale”. Il progetto consiste nel finanziamento, tramite il Fondo Sociale europeo, di corsi di formazione per l’ottenimento della qualifica di programmatore Java e rappresenta un’occasione per accedere al mondo del lavoro specializzandosi in una delle tecnologie informatiche di riferimento per le imprese.

Obiettivo del programma è di colmare il gap digitale

Poter vantare competenze tecniche e digitali, è ormai divenuta una componente centrale nella formazione e queste sono infatti le competenze più richieste dalle aziende, anche  per coprire il “gap digitale” . Infatti, soprattutto in Campania, il divario tra richiesta del mercato del lavoro e disponibilità di competenze in ambito digitale è evidente in maniera inequivocabile. Il corso, la cui partecipazione è completamente gratuita, è rivolto a giovani e adulti non occupati in possesso di diploma o laureati con  forte interesse ed entusiasmo per le nuove tecnologie e attitudine al lavoro di gruppo, con una buona conoscenza dell’informatica di base e della lingua inglese tecnica.

A fine corso il certificato di Oracle University

Si tratta – spiega l’assessore alla Formazione della Regione Campania, Chiara Marciani – di un progetto innovativo, non solo per il suo contenuto, ma anche per le modalità con cui verrà realizzato. Non sarà finanziata solo la formazione, che in ogni modo rappresenta un elemento importante e altamente qualificante per i nostri giovani, ma si vuole premiare anche l’impegno ed i risultati conseguiti dai partecipanti ai corsi. E’ prevista infatti una “dote” di 5000 euro per i prima 50 classificati al test di certificazione ed un contributo di 3500 euro per i successivi 50 classificati utile allo svolgimento di tirocini in imprese della Campania.” I giovani formati sosterranno a fine corso l’esame di certificazione ufficiale di Oracle University.