ICT, sviluppo tecnologico e nuove opportunità

Il mondo del lavoro e lo sviluppo tecnologico hanno da sempre un rapporto strettissimo e si influenzano reciprocamente, a partire dalla rivoluzione industriale ad oggi.

 

In particolare, se prendiamo in considerazione il mondo dell’Information e Communication Technology e la sua rapida espansione, scopriamo che ha trasformato negli ultimi 20 anni e ancora di più negli anni recenti, i nostri sistemi produttivi.

 

Alcuni spunti di riflessione ci arrivano da una ricerca realizzata da The European House – Ambrosetti, per conto di Adp Italia. Lo studio ha il merito di descrivere le trasformazioni attuali e gli scenari futuri per il lavoro, in relazione alle ICT.

 

Il dato più importante è che le nuove tecnologie informatiche sicuramente producono e produrranno lo spiazzamento di alcune categorie di lavoratori ma allo stesso tempo creeranno tantissimi posti di lavoro e nuove professionalità.

 

Robotica e automazione costituiscono inoltre una trasformazione profonda del modo di produrre e hanno a che fare con importanti aumenti della produttività, con benefici per l’intera società.

 

Se ad esempio prendiamo in considerazione i processi di digitalizzazione, scopriamo che nel 2000 solo il 25% dei dati era archiviato in formato digitale, mentre nel 2007 siamo arrivati al 97%

 

Nel 2016, l’industria 4.0 ha raggiunto un valore di 1,83 MLD di euro e prodotti e servizi ICT hanno inciso per il 44%. Nella prima parte del 2017, c’è stato un incremento della domanda relativa dal 10% al 20%.

 

L’automazione mette a rischio alcune tradizionali forme di lavoro e la sostituzione uomo-macchina sarà evidente soprattutto in certi settori: in agricoltura il rischio riguarda il 25% degli addetti, in agricoltura e pesca il 25%, nel commercio il 20% e nell’industria manifatturiera il 19%.

 

Allo stesso tempo, per ogni posto di lavoro che nasce nell’ambito dei settori legati alla tecnologia, si stima che ce ne saranno altri 2,1 indotti o indiretti, con un importante effetto moltiplicatore delle opportunità.

 

SEMATEC è un’azienda di Servizi di Consulenza & Ingegneria in materia di Telecomunicazioni e ICT. Siamo specializzati nella commercializzazione, progettazione, installazione e messa in esercizio di soluzioni tecnologiche IT ad alto valore, che puntano a innovare i processi aziendali. Per saperne di più contattaci al +39 0823 469379 o scrivi a info@sematec.it.

Il cloud cresce computing nelle PMI italiane

Le possibilità offerte dal cloud computing sono sempre più una risorsa indispensabile e diffusa nel sistema produttivo del nostro paese, anche per le piccole e medie imprese.

In altre parole, siamo ormai in una fase in cui le aziende sempre più tendono rinunciano a infrastrutture IT fisiche, per affidarsi a risorse informatiche di soggetti terzi. Il motivo è chiaramente la possibilità di ottenere in questo modo risparmi economici oltre che di sfruttare le opportunità di flessibilità offerte dal cloud computing.

Questo è quanto emerge dai dati forniti dall’osservatorio Cloud & ict del Politecnico di Milano. Dal punto di vista strettamente economico il mercato italiano ha registrato un aumento del 18% nel 2016, arrivando alla cifra di 17 miliardi complessivi.

Pur con le dovute differenze tra le esigenze espresse da imprese di diverso tipo, si consolida l’idea che si possa raggiungere vantaggi competitivi rinunciando a infrastrutture residenti dell’Information Technology per andare verso soluzioni che possono riguardare come sappiamo almeno tre fasce fondamentali di utilizzo del cloud computing: Software as a Service (SaaS), Platform as a Service (PaaS), Infrastructure as a Service (IaaS).

Sia che si tratti di utilizzare un software o una intera piattaforma in remoto sia che si tratti dell’utilizzo di risorse hardware in remoto, sappiamo che le imprese impegnate nell’utilizzo di queste risorse sono passate dal 20% al 60% nel giro degli ultimi due anni.

In realtà, le aziende dei diversi comparti mostrano una consapevolezza diversa così come peculiari obiettivi di utilizzo del cloud computing. Anche la dimensione aziendale ha un impatto sul livello di implementazione di questa tecnologia. Il 40% delle imprese con più di 50 dipendenti utilizza servizi cloud. Se invece consideriamo le imprese con un numero di dipendenti che va da 10 a 49, la percentuale scende al 20%.

Il cloud computing resta in tutti i casi una direzione di sviluppo tecnologico indispensabile, sempre più maturo nelle possibilità di utilizzo offerte per le imprese di tutti i settori.

SEMATEC è un’azienda di Servizi di Consulenza & Ingegneria in materia di Telecomunicazioni e ICT. Siamo specializzati nella commercializzazione, progettazione, installazione e messa in esercizio di soluzioni tecnologiche IT ad alto valore, che puntano a innovare i processi aziendali. Per saperne di più contattaci al +39 0823 469379 o scrivi a info@sematec.it.